Arte americana a Firenze

Firenze celebra il quinto centenario della morte di Amerigo Vespucci con una mostra a Palazzo Strozzi che si propone di esplorare i rapporti tra gli artisti del Nuovo Mondo e la città del giglio, occupandosi in particolar modo di quella cerchia di artisti cosmopoliti che scelsero  il Lungarno per attingere al grande patrimonio artistico italiano come fonte di ispirazione.

La mostra approfondisce il rapporto tra gli impressionisti americani e Firenze tra gli ultimi decenni del XIX secolo e i primi del XX. Dopo la fine della Guerra di Secessione, infatti, molti artisti d’Oltreoceano rivolsero lo sguardo verso l’Europa per ritrovare le proprie origini.

Alcuni approdarono in Francia, altri andarono a studiare in Germania e altri ancora scelsero l’Inghilterra, l’Olanda e la Spagna. Ma era l’Italia il centro focale del Gran Tour, con città d’arte come Roma, Venezia e Firenze.

In mostra sia le opere di quegli artisti che, pur non riconoscendosi ancora nell’impressionismo, ebbero comunque grande influenza sulle generazioni successive, come John Singer Sargent, sia esponenti di spicco del movimento impressionista americano Ten American Painters, come William Merritt Chase. Tutti questi artisti seppero assorbire magistralmente la lezione dei pittori italiani, in primo luogo quella dei macchiaioli fiorentini.

Info

Firenze fino al 15 luglio 2012

Biglietti: €11,10/4
Tel. 055 264 5155
palazzostrozzi.org

La Locanda del Vino Nobile

www.lalocandedelvinonobile.it
B&B e ristorante a 100 mt dalle Terme di Montepulciano
Via dei Lillà, 1/3 - S.Albino di Montepulciano (SI), Italia
Telefono: 0578 798064

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>