Le isole della Toscana bellissime e proibite

La storia di ciascuna delle sette isole dell’Arcipelago Toscano è diversa, e non solo da un punto di vista naturalistico. Tutte nel passato sono state occupate regolarmente e hanno subito dominazioni per periodi più o meno lunghi, ma solo su Elba, Giglio e Capraia gli abitanti oggi sono dotati di servizi e amministrazioni, hanno strade asfaltate, scuole, municipio e poste.

A Giannutri e Gorgona la popolazione residente si conta quasi sulle dita delle mani, mentre a Pianosa e Montecristo, oltre ai guardiani e le forze dell’ordine, non vive nessuno. Per accedere sia a Pianosa sia sulla piccola Giannutri, infatti, bisogna prenotare il proprio ingresso e le visite, che devono essere rigorosamente guidate, sono limitate.

Diverso è il discorso per l’inaccessibile Montecristo, sulla quale vivono soltanto due custodi e alcuni agenti del Corpo Forestale di Stato. Sull’isola, che dal 1971 è una riserva di 1.039 ettari, si accede unicamente con un permesso del Corpo Forestale, molto difficile da ottenere e per il quale spesso si deve attendere oltre un anno.

Inoltre, sono vietate la pesca e la balneazione entro i 1.000 metri dalla costa, mentre è possibile transitare oltre le 3 miglia.

La Locanda del Vino Nobile

www.lalocandedelvinonobile.it
B&B e ristorante a 100 mt dalle Terme di Montepulciano
Via dei Lillà, 1/3 - S.Albino di Montepulciano (SI), Italia
Telefono: 0578 798064

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>